Chef’s Table è la rubrica dedicata agli Chef che scelgono con consapevolezza e convincimento il riso Razza77, sposando con passione il nostro progetto. Lasciamo a loro la parola per presentarsi e raccontarci cosa li ha spinti a credere nella qualità dell'Area77, fino a portare tutta la tradizione della Bassa Novarese sulle loro tavole. Il primo appuntamento della nostra rubrica è dedicato a Manuel Campanella, Chef di Al Cavet 77

Sin da bambino la passione per la cucina è stato un punto fermo nella mia vita, che mi ha portato a scegliere l'alberghiero  “IPS G. RAVIZZA” di Novara come scuola che mi lanciasse in quello che poi è diventato il mio Mondo. Già dal secondo anno di studi, nei week-end lavoravo come aiuto cuoco e lavapiatti nei Catering per matrimoni ed altre cerimonie ed eventi; durante il terzo anno, con il progetto di alternanza scuola-lavoro, feci uno stage di 15 giorni in Puglia a Gallipoli in un hotel, dove iniziai a capire cosa volesse dire lavorare in una brigata di cucina.

Risotto al nero di seppia e gambero di fiume 1

Tra il quarto e il quinto anno feci uno stage estivo di due mesi e mezzo sempre in Puglia, a Porto Badisco, vicino ad Otranto, in un agriturismo. Questa esperienza, nonostante la grande fatica e gli orari di lavoro, mi confermò che questo era il mestiere che faceva per me.

Terminati gli studi, per i sette anni successivi ho lavorato a Novara presso un noto ristorante, iniziando come semplice aiuto cuoco fino a diventare il primo cuoco, accrescendo sempre di più la mia conoscenza e la mia esperienza.

Fino ad arrivare ad oggi, quando, insieme ai miei 3 soci nonché amici, abbiamo deciso di aprire un locale che rispecchiasse la nostra idea di Ristorante e di Cucina. L’amore per il territorio e la nostra terra ci ha portati ad utilizzare solo prodotti della “Bassa Novarese” e della “Lomellina”.

L'idea di utilizzare il riso “Razza 77” nasce appunto dalla consapevolezza del nostro Territorio e dalla volontà di contribuire a preservare e tramandare le tradizioni popolari di cui questo riso è ambasciatore; non a caso la scelta del nome “Al Cavet 77” per il nostro locale,Risotto alle quaglie al profumo di timo 1 un legame a doppio filo con questa varietà di riso che corre lungo i piatti in carta e nello spirito del nostro locale.

Questa varietà di riso è una fonte inesauribile di sorprese, versatile e buono, si sposa bene con i prodotti del territorio e le ricette più tradizionali, ma è anche l'ideale per giocare con abbinamenti innovativi e sfiziosi.

Utilizzando una tostatura a secco, cerchiamo di sfruttare al meglio l'aroma del chicco e al contempo far sì che, durante la cottura, non perda nulla delle sue peculiarità e, nell’ultima parte, la “mantecatura”, rilasci gli amidi di cui è famoso, per donare una cremosità che nessun altro riso può darti.

La cottura a livello professionale è più veloce di quanto descritto in etichetta.

Assicuro che nella mia cucina il risotto è pronto in 14/15 minuti, mantenendo perfettamente consistenza e cremositá.

Per questo è l'ideale per preparare i migliori risotti della nostra tradizione. Sposando totalmente l’idea dell'Area77, la scelta del riso Razza77 incarna la volontà di tornare ad abbracciare nuovamente il territorio e la tradizione con qualità e gusto

 

Ringraziamo per questa opportunità,  per la collaborazione e la fiducia.  Manuel Campanella, Chef di Al Cavet 77

Acquista Razza77

Prova Razza77

LE RICETTE

sidebar.piedmont

Facebook

Instagram

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo sia cookies tecnici sia cookies di parti terze. Può conoscere i dettagli consultando la nostra informativa della privacy policy.
Premendo OK prosegui nella navigazione accettando l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.